Siamo infine alla quattordicesima e ultima Soft Skill, che chiude anche l’Ambito della Gestione delle Relazioni. la Leadership.
Non a caso ne parliamo al termine del percorso che abbiamo fatto per trattare l’argomento Soft Skill. Essa rappresenta in un certo qual senso la summa di tutte le altre competenze. Se saremo stati in grado di interiorizzare a fondo non soltanto il significato delle singole Skill, ma anche la loro applicazione concreta, potremo approdare senza sforzo alla capacità di leadership.
Il concetto che si associa alla leadership è l’autorevolezza, cioè la capacità di influenzare e farsi seguire senza imposizioni e senza necessariamente l’utilizzo del potere.
Avere leadership richiede anche la conoscenza dei meccanismi emozionali, propri e altrui; significa essere carismatici, saper ascoltare, avere empatia, saper motivare le persone, definire obiettivi, saper creare e stimolare lo spirito di squadra, riconoscere gli altrui meriti, saper dirimere i conflitti, consigliare senza offendere, suggerire senza imporre, saper delegare, motivare le proprie scelte, riconoscere autonomia a chi la merita, saper passare il testimone.
Alcuni eletti possiedono naturalmente alcune o molte di queste abilità, ma sappiamo che esse si possono apprendere, partendo ancora una volta dalla consapevolezza e dalla determinazione.
Il leader è prima di tutto una guida, e sa che per esserlo occorre aver imparato ad essere guidati. Sa che occorre anche avere disponibilità, umiltà, capacità di mettersi in discussione, e abilità di comunicazione.
Possiamo acquisire le caratteristiche e le abilità del leader, compenetrandole con la nostra personalità, e declinandole in relazione ai vari stili di leadership che andremo a considerare nel nostro percorso.